Il Cammino di Finisterre

Il Cammino da Santiago verso Finisterre, la “fine del mondo”.

90 Km, 3 giorni | Spagna 

Il Cammino di Finisterre è il prolungamento del classico Cammino di Santiago fino all’Oceano Atlantico, precisamente a Finisterre, località dove gli antichi pellegrini si recavano probabilmente per raccogliere sulla spiaggia la famosa “conchiglia” per testimoniare la percorrenza del Cammino.

Questo tratto del Cammino di Santiago offre panorami incredibili, permettendo di costeggiare l’oceano per il tratto finale ed è ottimo per chi vuole proseguire il Cammino una volta arrivato a Santiago o anche per chi ha pochi giorni per percorrerlo e coglierne la magia.

 

Il Cammino di Finisterre

Trasporti

Per quanto riguarda il punto di partenza, il Cammino inizia da Santiago de Compostela, che è facilmente raggiungibile in aereo: l’aeroporto principale è il Santiago-Rosalía de Castro Airport, raggiunto da moltissimi voli diretti, sia dall’Italia, che dal resto d’Europa. Dall’aeroporto si può poi arrivare alla città tramite un servizio di bus (al costo di circa 1-2 €), o altrimenti prendere un taxi.

Santiago può anche essere raggiunta in treno dalle principali città spagnole.

Per il ritorno da Finisterre invece è conveniente prendere un pullman (il costo medio è 7-11 €) che in circa tre ore arriva fino a Santiago, da cui poi potrete tornare a casa sempre in aereo o treno:

 

Il Cammino di Finisterre

Clicca sulla mappa sopra per ottenere le informazioni complete sul percorso.

Itinerario e tappe

Tappa 1 – da Santiago ad A Pena:

28 Km | 7 ore | +540m, -380m

Il Cammino di Finisterre inizia in praza do Obradorio a Santiago, da dove bisogna scendere verso rúa das Hortas, fino ad arrivare a rúa Campo das Hortas.

Una volta arrivati su questa strada, si gira a sinistra in rùa do Pombal e si prosegue ancora in rùa Campo do Cruceiro do Gaio e rúa da Poza do Bar. Si giunge quindi a un parchetto, in cui, seguendo le indicazioni del Cammino, proseguiamo lungo una discesa, per poi attraversare un ponte e continuare sulla sinistra.

A questo punto il percorso attraversa un boschetto e sale leggermente fino a Sarela do Baixo, da dove si può avere una vista stupenda su Santiago e la sua cattedrale. Si segue ancora la strada, girando poi a destra e continuando fino a O Carballal e ancora dopo a Quintáns.

Da qui si continuano a seguire i crocevia del Cammino e si attraversano alcune località e paesini, fino ad arrivare ad Aguapesada, da cui si prosegue lungo una salita nel bosco fino alle località di alto do Mar de Ovellas, Carballo e Trasmonte.

Continuando lungo il percorso si arriva a Ponte Maceira, uno splendido ponte gotio del XIV secolo che attraversa il rio Tambre, che va oltrepassato per poi girare a sinistra.

Ora si attraversano le località di Barca e A Chancela e poco dopo si giunge finalmente a Negreira.

Questa cittadina è il fine tappa canonico che viene spesso indicato nelle guide per il Cammino di Finisterre, ma, se si è ancora abbastanza in forze, suggerisco di proseguire ancora fino alla località di A Pena, che si trova circa 6/7 chilometri dopo Negreira, in maniera tale da accorciare le tappe successive. Prima di fare questo prolungamento però accertatevi che ci sia posto per dormire negli albergues ad Alto da Pena, poiché attualmente sono solo due e nelle stagioni più frequentate è possibile che non si trovi posto. Per chi decide di proseguire verso A Pena, il sentiero prosegue dalla fine di Negreira, attraversando campagna e per lo più bosco, fino a terminare lungo una salita e arrivare finalmente ad A Pena.

Tappa 2 – da A Pena a O Logoso:

29 Km | 7 ore | +620m, -530m

Partendo da A Pena, si esce dal paesino, percorrendo delle meravigliose strade immerse nella campagna e si prosegue costeggiando per un tratto la strada provinciale e girando poi a destra, ci si reinserisce lungo il sentiero nella campagna.

A questo punto si prosegue fino a Maroñas e ancora a Santa Mariña, per poi proseguire lungo il tracciato tra il bosco e attraversare alcuni paesini e località minori. Si continua dunque lungo una stradina in salita, che porta fino a un bel punto di osservazione sul lago artificiale di Fervenza.

Ora si scende, fino ad arrivare alla località di Lago, dove è possibile trovare bar e alloggi e si prosegue lungo la strada principale, attraversando le località di Abeleiroas e Corzón e giungendo a Mallón.

Da qui si imbocca la strada provinciale e continuando su di essa si attraversa Ponte Olveira, che permette di arrivare poco dopo ad Olveiroa. Qui sono presenti alcuni albergues e posti per mangiare, ma come per la tappa precedente, suggerisco di proseguire ancora per pochi chilometri, in maniera da alleggerire la tappa del giorno successivo (soprattutto se si vuole arrivare fino al faro di Finisterre e non solo alla cittadina). Anche in questo caso è consigliabile chiamare l’albergue che si trova a O Logoso, visto che non ce ne sono molti nelle vicinanze e in caso non ci fosse posto si dovrebbe camminare ancora abbastanza.

Se si decide di proseguire fino a O Logoso, si continua seguendo le indicazioni del Cammino di Santiago, passando lungo un sentiero incantevole lungo i pendii del monte O Sino e con una vista panoramica sul fiume sottostante, scendendo un pochino per poi risalire nell’ultimo tratto e arrivare alla località di O Logoso.

Tappa 3 – da O Logoso al faro di Finisterre:

32 Km | 8/10 ore | +500m, -700m

Da O Logoso si parte attraversando un bellissimo sentiero nel bosco fino a Hospital, da dove si prosegue su una collinetta, ma purtroppo con la vista per un breve tratto di un brutto edificio industriale. Si continua lungo la strada fino ad arrivare a una rotonda, dove sono presenti due segnavia ad indicare la separazione tra i percorsi che portano a Muxía e a Finisterre. Se si vuole proseguire per Finisterre (in questa descrizione si segue quest’itinerario), ci si dirige a sinistra e poco dopo, per la prima volta in tutto il Cammino, si riesce a intravedere il mare.

Poco dopo si gira a destra in un sentiero nel bosco, arrivando all’Ermita de Nuestra Señora de las Nieves e, proseguendo ancora per circa 40 mintui, si giunge all’Ermita de San Pedro Martír, nei cui pressi c’è una fonte, la cui acqua si dice abbia effetti benefici per alcune patologie.

Si continua ancora nel bosco e si arriva a Camiños Chans, per poi continuare lungo la discesa e arrivare a un incrocio, dove si continua ad andare dritti sul sentiero fino a Cee, una splendida cittadina sul mare dove è possibile trovare tutto ciò di cui si ha bisogno.

A questo punto si segue il cammino che si snoda nella città, fino ad arrivare a Corcubión, altra località veramente bella. Da qui si continua lungo una stretta salita tra la vegetazione che porta fino a Vilar. Si segue dunque la strada e poi si torna nel bosco, per avere dunque una vista fantastica sulla spiaggia di Estorde. Ora si continuanoi a seguire le indicazioni del cammino e si passa lungo la strada principale e lungo il sentiero pedonale, per poi raggiungere finalmente la playa da Langosteira, un’incredibile spiaggia oceanica lunga circa 2 km dove, secondo la tradizione, i pellegrini si fanno un bagno al proprio arrivo.

Ormai si è praticamente giunti a Finisterre, che si trova qualche centinaio di metri sulla sinistra, dopo la fine della spiaggia. Da Finisterre si può però proseguire lungo una salita abbastanza ripida fino al Faro (meta ultima di questo cammino, che dista circa un’ora da Finisterre), dove è presente il segnale del chilometro 0 del Cammino di Santiago e da dove si può osservare un tramonto mozzafiato a picco sull’oceano.

VIA DEGLI DEI ALTIMETRIA
Powered by Wikiloc

Dove dormire

Abbiamo selezionato per te i migliori alloggi lungo il Cammino di Finisterre, differenziandoli anche in base al prezzo. Se prenoterai gli alloggi tramite questa sezione puoi stare tranquillo, la prenotazione sarà effettuata direttamente da Booking.com o Hostelworld e non pagherai nulla in più, ma ci aiuterai a portare avanti il progetto facendoci guadagnare una piccola percentuale!

Credenziale e Fisterrana

La Credenziale è il “passaporto del pellegrino” e ne testimonia il percorso, le tappe e le emozioni; permette di accedere a molti punti di accoglienza per pellegrini ed inoltre è un fantastico ricordo da tenere una volta terminato il Cammino. Puoi richiederla direttamente a Santiago al Centro di accoglienza al pellegrino, oppure ritirarla prima della partenza, direttamente dalla Confraternita di Santiago più vicina a te o da una tra le associazioni autorizzate (mappa delle associazioni e confraternite nel mondo dove richiedere la credenziale). In Italia il punto di riferimento è la Confraternita di San Jacopo.

Una volta completato il Cammino di Finisterre e avendo timbrato la credenziale nei vari luoghi lungo il percorso, potrai ottenere la “Fisterrana“, un certificato di completamento del Cammino che si può richiedere direttamente all’Albergue de Peregrinos de Fisterra!

Video e Risorse utili

Potrebbe risultare utile guardare qualche video (qui abbiamo preparato una playlist di video interessanti) per scoprire qualche informazione aggiuntiva sul Cammino da Santiago a Finisterre. Clicca su questo link per vedere la playlist su Youtube.

Per tutte le informazioni sempre aggiornate riguardanti il Cammino di Santiago e ogni suo aspetto si consiglia di consultare il sito ufficiale della “Oficina del Peregrino”.

Altri siti molto comodi per pianficare il proprio itinerario sono i seguenti:

Guide del Cammino di Finisterre:

Di seguito sono elencate alcune tra quelle che secondo noi sono le migliori guide per il Cammino; non crediamo siano particolarmente necessarie da un punto di vista dei tracciati e delle indicazioni, però ovviamente forniscono informazioni utili e curiosità interessanti:

Quando percorrerlo

Il Cammino di Finisterre può essere percorso tutto l’anno, prestando però attenzione al fatto che la Galizia è una regione piuttosto piovosa e quindi, soprattutto nei periodi invernali potreste trovare piogge e in alcuni casi anche neve.

Tendenzialmente in ogni tappa riuscirete sempre a trovare almeno un albergue aperto, anche nei periodi invernali e meno frequentati, però è consigliabile, soprattutto in tali momenti dell’anno, contattare con anticipo le strutture, per essere sicuri di trovare un posto in cui passare la notte. A questo link potete trovare una lista con informazioni e date di apertura delle principali strutture lungo il cammino (il file potrebbe non essere aggiornato, quindi contattate direttamente gli albergues per sicurezza).

In base alla stagione in cui desiderate percorrere il cammino considerate poi attentamente l’attrezzatura e soprattutto le scarpe (in primavera/estate consigliamo scarpe leggere e che si asciughino rapidamente, mentre invece per i periodi invernali e autunnali potrebbero essere comode scarpe impermeabili, che vadano bene anche per sentieri eventualmente fangosi). 

Segnaletica

Tutto il Cammino è perfettamente segnalato e non ci sarà praticamente mai il rischio di perdervi o la necessità di seguire la traccia GPX sui vostri dispositivi.

Gli indicatori sono le classiche colonnine o frecce gialle del Cammino di Santiago: 

Il Cammino di Finisterre

Altri itinerari che potrebbero piacerti

Il Cammino di San Benedetto

Il Cammino di San Benedetto

Scopri l’Italia centrale lungo il Cammino di San Benedetto, seguendo le tracce del Santo e attraversando regioni meravigliose.

Il Cammino di Finisterre
0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *